dropbox

Dropbox, una nuvola di file

 

RECENSIONE

Dropbox è un “cloud”, termine che tradotto in italiano significa “nuvola”. Su questa nuvola noi possiamo caricare dei file che non vanno a pesare sulle memorie fisiche del nostro PC o delle nostre chiavette, ma vengono salvati in una memoria on-line, ovvero su internet. Dropbox è un servizio di utilità trasversale, si adatta bene al contesto privato quanto ad altri maggiormente istituzionali, come ad esempio la scuola.

L’interfaccia è molto intuitiva: ogni user dispone di una pagina nella quale possono essere allocati dei file, con la possibilità di organizzarli in cartelle ed eventualmente in sottocartelle. Come per un semplice indirizzo e-mail, potremmo accedere al nostro account da qualsiasi postazione internet e scaricare nuovamente i contenuti che ci interessano.

La funzione che contraddistingue Dropbox è però quella dello “share”: le cartelle ed i relativi contenuti possono infatti essere condivisi con altri utenti!

APPLICAZIONI PRATICHE IN CLASSE

Dropbox è di grande utilità tanto per gli insegnanti quanto per gli studenti.
Le insegnanti possono creare delle cartelle all’interno delle quali archiviare il loro materiale didattico, organizzandolo per esempio in base alla classe (1°, 2°, 3°, ecc.) e successivamente in relazione alla materia (italiano, matematica, inglese, ecc.). La funzione di condivisione di queste cartelle permetterà loro di poter usufruire del materiale dei colleghi negli anni successivi.

Una volta pratiche dell’applicazione, le insegnanti possono estenderne l’utilizzo anche ai ragazzi, creando delle cartelle condivise con gli user degli studenti. In questo modo l’insegnante può, ad esempio, distribuire un compito a tutti gli alunni creando un solo file e inserendolo nella cartella condivisa “compiti assegnati” e raccoglierli al termine della lezione facendoli caricare dai ragazzi in una cartella “compiti terminati”.
Inoltre è ad considerare il fatto che l’insegnante ed i ragazzi possono caricare appunti delle lezioni che saranno visualizzati anche da casa, eventualmente anche da chi non era presente.

È importante sottolineare che file e cartelle, essendo condivisi, possono essere modificati da chi non ne avrebbe il diritto da un punto di vista puramente etico. Siccome le bravate degli alunni esisteranno sempre, in questo senso l’applicazione è utile anche per valutare il grado di responsabilità verso lo strumento tecnologico.

Per quanto riguarda la nostra esperienza, possiamo dire che la sensibilizzazione dei ragazzi ad un uso responsabile in chiave didattica dello strumento ha avuto pienamente successo, vale a dire che mai si sono verificati casi di utilizzo inappropriato dell’applicazione.

SCHEDA TECNICA

Funzioni: upload e download di file (tutti i tipi di estensione come testo, immagine, audio, video, ecc.); archiviazione e gestione di file; risparmio di spazio su dispositivi di memoria fisica; condivisione.
Requisiti: connessione ad internet; indirizzo e-mail.
Precauzioni: responsabilizzare studenti sul tema della condivisione.

Pro: risparmio spazio su disco fisso o memoria; paraticità di raccolta e distribuzione di file; 2 GB di spazio gratuito.
Contro: per avere accesso a tutte le funzioni occorre accedere dal browser e non dall’applicazione.

di Nicole Bianchetto e Alessandro Ramasco

Posted in App didattiche.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>